LINOTYPE & LINOTIPISTI

l'arte di fondere i pensieri in piombo

 

PRESENTAZIONE
Amici della Linotype

Andar per Linotype
Posta di Linotype & Linotipisti

Recensioni

LA STORIA
Verso la composizione meccanica
Genesi della Linotype
L'inventore
La Linotype
Linotype in passerella
I meccanismi segreti

LINOTYPE WORKS
Italtype
Menta
Novatype

Linotype in England - L&M
Intertype

MATRICI
Come si fabbricava una matrice

Il percorso della matrice

Traldi & Simoncini

 

RICORDANDO LA LINOTYPE
In punta di penna

Musei della stampa con Linotype

Neram (Armidale, Australia)

 

CURIOSITà
Cent'anni di Linotype
Linotype in versi
Etaoin
Linotype in filatelia

Linotypistes
Linotype in mezzo al mare

Fuoritesto, foto mai viste

Donne in tastiera

LINOTIPISTI
Linotipisti italiani
Diario di un linotipista

Nostalgia
One last line of type

Scuola Grafica Salesiana

GIORNALI & LINOTYPE
La Stampa (Torino)

Gazzetta del Popolo (Torino)
Secolo XIX (Genova)
Tribuna de Lavras (Brasile)

La Nación (Argentina)

Herald & Weekly Times (Australia)

 

 

 

California

Linotype operator & Newspaper

 

The Modesto Bee

 

 

Ernesto Gómez, linotipista già nel 1950 (all'età di 16 anni) al giornale messicano "El Informador", da tempo grande amico di "Linotype & Linotipisti" (le sue precedenti corrispondenze le troviamo in Amici della Linotype), ci invia da Modesto (California) una preziosa testimonianza fotografica di una linotype che ha scritto tante storie per un antico giornale ("The Modesto Bee", fondato nel lontano 1876, ai tempi della corsa dell'oro). Ha aggiunto un interessante racconto delle sue tante tappe come linotipista in diversi quotidiani statunitensi, descrivendo l'arrivo della composizione a freddo e la conseguente evoluzione della professione del linotipista fino al suo pensionamento, che però non gli ha cancellato la memoria del suo antico mestiere: linotype operator. 

 

Il quotidiano "The Modesto Bee", formato tabloid (30x55,5 cm), 75 ¢ - www.modbee.com

 

 

My dear friend Giorgio,

I am sending you this photos that I took of myself at the tastiera of this linotype “typing”; unfortunately this machine is no longer in operation, but on exhibition at "The Modesto Bee", newspaper building here in Modesto. I truly regret not having saved photos during my tenure as a linotipisti. I hope you can use it. The linotype is part of the history of this newspaper founded in 1876 during the gold rush days in California.

 

La Linotype custodita da "The Modesto Bee": una modello 31, 4 magazzini e 4 moulds. Sotto: l'amico Ernesto Gómez, linotipista di razza, fa danzare le dita sulla tastiera della "regina della tipografia" 

 

Mexico

I started my apprenticeship as a printer and linotype operator at the age of 16 at “El Informador” in Mexico in 1950. In 1954, I moved northeast of Mexico and worked at “El Centinela” and some other small publications.

 

United States

I worked in Tucson, Arizona in 1958 printing some publications. In 1962 I moved to California and started working at the “O Journal Português” and other foreign publications like “Il Mondo Italiano” and the French publication “La Gazette”.

In 1963 I joined the International Typographical Union and started working at “The Morning News”, then on to the “Alameda Times Star” and eventually “The Daily Review”. This company also published “The Argus” and “The Herald of Livermore” and it was here my introduction to the new system of --computerized production--, from hot to cold type, as it was called on those days the new transition.


Cold type

This new technology gave me the opportunity to learn not only the typesetting of advertisements on a computer, but also offered new fields to Iearn in a completely diversified composing room; camera, colorseparation and plate making. My years as a linotipisti were now gone forever for sure.


Retirement

In 1996 after 46 years as a printer I decided to retire. Today I only have memories of the days when it was so easy to go to any newspaper and be employed immediately; the linotipistis were hard to find on those days. My Union now is called the Communications Workers of America, long is gone the International Typographical Union dating back to the Colonial days of our nation.

 

Ciao amico, and best wishes to you and your family.

Your friend in California,

Ernesto Gómez

Modesto (CA), May 13 2009

_______

Caro amico Giorgio, ti mando le fotografie che mi vedono alla tastiera di questa Linotype. Purtroppo questa macchina non è più in funzione, ma è in mostra presso l'edificio del "The Modesto Bee", il giornale locale di Modesto. Mi spiace davvero non aver salvato le fotografie durante la mia carriera professionale come linotipista. Spero che almeno queste possiate utilizzarle. Questa Linotype è parte integrante della storia di questo giornale fondato nel 1876 durante i giorni della corsa all'oro in California.

 
MESSICO

Ho cominciato il mio apprendistato come stampatore e linotipista all'età di 16 anni a "El Informador" in Messico nel 1950. Nel 1954, mi sono spostato a nord-est del Messico e ha lavorato a "El Centinela" e in altre piccole tipografie.

 
STATI UNITI

Ho lavorato in Tucson, Arizona, nel 1958, in alcune stamperie. Nel 1962 mi sono trasferito in California e ho iniziato a lavorare presso “O Journal Português” e altre pubblicazioni in lingua straniera come "Il Mondo Italiano" e la pubblicazione francese "La Gazette". Nel 1963 ho aderito all'Unione Tipografica Internazionale e ho iniziato a lavorare a "The Morning News", quindi all'"Alameda Times Star" e, infine, a "The Daily Review". La società ha inoltre pubblicato "The Argus" e "The Herald of Livermore" e qui si è verificata la mia introduzione al nuovo sistema informatico, dalla composizione a caldo a quella a  freddo, così come si è voluto chiamare questo periodo di transizione.

 
COMPOSIZIONE A FREDDO

Questa nuova tecnologia mi ha dato l'opportunità di imparare non solo la scrittura di messaggi pubblicitari su un computer, ma anche offerto nuovi campi di conoscenza: fotocomposizione, separazione dei colori e la stampa in piano. La mia esperienza come linotipista è stata un prezioso aiuto per impadronirmi delle nuove tecnologie.


PENSIONAMENTO

Nel 1996, dopo 46 anni, come tanti tipografi, ho deciso di andare in pensione. Oggi ho solo ricordi di quei giorni quando per un linotipista era facile essere assunto da un qualsiasi giornale e di ottenere un posto sicuro anche perché i linotipisti allora erano sempre difficili da trovare. La mia Unione ora si chiama le Comunicazioni Lavoratori d'America, dopo essere stata l'Unione Internazionale Tipografica risalente al Colonial day della nostra nazione.

 

Ciao amico, e auguri a te e alla tua famiglia.

Il tuo amico in California,


Ernesto Gómez

Modesto (CA), 13 maggio 2009.

 

====================

Idea, grafica e realizzazione di:

Giorgio Coraglia

 

info@linotipia.it

 

 

 

 

 

 

 

 Argentina

Linotipos & Diario

 

El Clarín

 

 

"Linotype & Linotipisti" ringrazia in modo particolare la Segretaria di Redazione, Dolores Vivot, e il dottor Ricardo Kirschbaum, di "El Clarín" per l'invio delle fotografie che ritraggono linotype e linotipisti al lavoro nell'importante giornale argentino ai tempi della composizione a caldo.

 

 

BUENOS AIRES (Argentina). Il quotidiano "El Clarín" è un quotidiano della capitale argentina stampato in 500 mila copie. Nasce il 28 agosto 1945 per volontà di Roberto Noble, avvocato e giornalista. Alla sua morte, nel 1969, gli succede la moglie Ernestina Herrera de Noble, che dirige ancor oggi l'importante testata argentina ed è anche la presidente della Fondazione Noble che dal 1966 si dedica a promuovere il ruolo dei media come veicolo di educazione, cultura e impegno verso la comunità.

"Servire la gente" è la mission del Gruppo Clarín, racchiusa in un pensiero di Ernestina Herrera de Noble: "In un mondo sempre più globalizzzato il nostro impegno come gruppo di comunicazione si riassume in un impegno: servire la gente ogni giorno. Assumendoci il compito di informare, proporre opinioni e intrattenere con l'identità e i valori che ci caratterizzzano".

Nel 1966 è stato il primo giornale argentino a lanciare la prima rivista illustrata (una volta la settimana, alla domenica). Nel 1985 è il quotidiano in lingua spagnola di maggiore diffusione mondiale. Cambia completamente grafica nel 1994 e rilancia la sua rivista sotto il nome di "Viva"; intanto comincia a pubblicare "Elle" Argentina. Nel 1996 esce "Olé", il primo giornale sportivo dell'Argentina. Infine, nel 2003, "El Clarín" si rinnova nella grafica e nei contenuti e presenta "Ñ", la rivista di cultura più importante del Paese.

Si può visitare virtualmente al sito: www.clarin.com.ar

 

 

 

 

 

 

 

Le bellissime fotografie ricevute da "El Clarín": fotogrammi di macchine e uomini per ricordare il nostro passato. Linotype e linotipisti allineati nel reparto composizione meccanica del giornale argentino. Nell'ultima foto: le velocissime linotype automatiche che hanno combattuto l'ultima battaglia (perdente) contro le nuove tecnologie. 

_________________________